Cani e Botti Cosa fare a Capodanno 2016

Si avvicinano le feste e per i nostri amici a quattro zampe arriva uno dei periodi più difficili dell’anno: la notte di Capodanno.

In Questo periodo di vacanze molti festeggano il fine anno con fuochi pirotecnici e rumorosissimi petardi. Ma i nostri amici a quattro zampe non capiscono cosa stia succedendo intorno a loro e possono entrare in uno stato d’animo di forte apprensione.

Alcuni cani come il Volpino di Pomerania, il Corgi, Volpino Italiano e lo Spitz possono reagire a questa situazione abbaiando  incessantemente.

 

 

‘Perchè a fido fanno tanto paura i botti di capodanno?’

I Cani hanno un udito estremamente sensibile; percepiscono un suono a distanza quattro volte superiore rispetto all’uomo. Ma le differenze non si fermano qui.

Noi possiamo percepire un suono solo se è compreso fra i 16 – 20 000 hz mentre i cani captano da 15 a 80 000 /100 000 hz; una differenza notevole. Sentono bene le  basse frequenze ma soprattutto quelle alte del sonoro udibile: percepiscono a distanze maggiori e molti più suoni di noi. Si può capire come mai non gli piacciano festeggiare capodanno. Molti botti ripetuti assieme possono portare il nostro cane in uno stato emotivo di ansia.

‘Si può prevenire questo disturbo?’

Quando un cane è cucciolo deve vivere molte esperienze e tutte positive; questo per permettergli di affrontare le situazioni che si potranno presentargli nel corso della vita. Molte esperienze e situazioni vissute positivamente formeranno il suo carattere in modo equilibrato . Un cucciolo è molto sensibile agli stimoli di qualsiasi natura, precisamente in un periodo particolare: quello che va dalla 8 – 10 settimana.

In questo lasso di tempo è molto utile fargli vivere alcune situazioni che diventeranno assai frequenti come l’andare in macchina, dal veterinario e non di meno abituarlo ai rumori forti. Questa ‘abituazione’ si fà in luoghi conosciuti al cane ed è eseguita da un educatore cinofilo: per evitare che uno spavento troppo intenso lo porti successivamente ad avere paura dei botti o dei tuoni per il resto della sua vita. Prevenire è sempre meglio che curare.

 ‘Cosa devo fare il 31?’

Fatelo mangiare in un orario ove non si sentano petardi;  così che possa  digerire in tutta serenità. Vale poi una massima  di Campbel ‘Tired dog is a Good dog’ traduzione:

‘UN CANE STANCO è UN BUON CANE’.

Portate il vostro peloso a fare la sua solita passeggiata in modo da farlo arrivare all’ incontro con il nuovo anno, pacato e rilassato.

Quando i botti scoppieranno e si dovesse agitare; tentare di scappare; ansimare ed altro non dovete affatto scomporvi.

Fatelo entrare in una zona della casa che per sicurezza avrete preparato apposta senza oggetti che possa masticare o distruggere: a questo punto aspettate che si plachi parlando a voce bassa: quasi sussurando. In questo modo potrete contenere e forse eliminare una buona parte della sua ansia.  Nessuna coccola e niente cibo in questo stato o peggio ancora d niente giochi da mordere. L’unico effetto che otterrete sarà quello di aumentare la sua ansia. Fate in modo che la vostra calma lo contagi e cercate di avere pazienza con lui.

La pazienza con i cani è oro.

‘Qualcosa sta cambiando’

In molti comuni si sta diffondendo una sensibilità che mira ad includere i cani nel contesto urbano. Alcuni comuni delle Marche come Porto Sant’Elpidio, Sant’Elpidio a Mare e  Civitanova Marche si stanno dotando di parchi-cani per farli correre spensierati. Inoltre aumentano alberghi e spiaggie che accettano anche fido. La Regione del Picchio sta diventando ‘Dog-Friendly’.

L’Anno scorso molti comuni italiani come Rimini, Milano, LaSpezia si stanno dotando delle cosiddette ordinanze Anti-Botti, che vietano di utilizzare i petardi nel loro territorio. Anche le Marche seguono questo trend e nella regione prende piede l’idea che i nostri amici a quadrupedi possano passare un San Silvestro tranquillo. E per capodanno 2015 hanno vietato spari e botti nocivi. I Comuni promotori di queste ordinanze sono Ancona, San Benedetto del Tronto, Fano, Saltara, Macerata, Corinaldo (Fonte LaStampa.it).

Spero che per Capodanno 2016 altri comuni possano seguire la stessa strada.

Non tentate di eliminare un problema, semplicemete aiutate il vostro amico a vivere in una situazione che non capisce.

Per qualsiasi consiglio o suggerimento inviatemi una mail tramite il form di contatto qui sotto o meglio ancora iscrivetevi alla newsletter infondo alla pagina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...