IN TRENO CON FIDO

Salve cari lettori, treno by flickr

Sta arrivando l’estate e con essa anche la voglia di viaggiare con il proprio cane.

In un  precedente articolo abbiamo illustrato le norme per il trasporto in auto. Il Cane in Macchina

Ora invece ci occuperemo dei trasporti pubblici; in particolare tratteremo il viaggio su rotaie.

Trenitalia distingue tra cani piccoli e cani di tutte le altre taglie ( tutti quelli che non entrano nel trasportino citato qui sotto).

Permette di portare a bordo un animale per passeggiero in un trasportino ( box da viaggio) di 70x30x50 cm (70x50x50 per le tratte internazionali) e vi deve rimanere per tutto il tempo del viaggio.

I cani di tutte le altre taglie sono ammessi sé hanno guinzaglio e museruola.

Per tutti i cani è doveroso avere il certificato d’iscrizione all’anagrafe canina e il libretto sanitario (o, per i cittadini stranieri, del passaporto canino in sostituzione di entrambi i documenti), che devono essere esibiti ad ogni richiesta del personale di bordo.

In nessun caso gli animali ammessi nelle carrozze possono occupare posti destinati ai viaggiatori e qualora gli rechino disturbo l’accompagnatore dell’animale, su indicazione del personale del treno, è tenuto ad occupare un altro posto eventualmente disponibile o a scendere dal treno.

Il nostro amico non può viaggiare se ha una malattia trasmissibile all’uomo (in linguaggio medico si definiscono con il termine zoonosi come ad esempio Rabbia o Leshmania).

Se il trasporto dell’animale non rispetta le condizioni previste (per esempio se il cane è sprovvisto di museruola o guinzaglio) o le dimensioni del box superano quelle ammesse, il viaggiatore è soggetto ad una multa e dovrà scendere alla prima fermata.

Nel caso di viaggi internazionali è bene informarsi preventivamente sui documenti richiesti dalla nazione di arrivo e le vaccinazioni da fare per potervi accedere.

Con Italo invece possiamo portare con noi cani che pesano massimo 10 kg e messi in un box che dovrà essere riposto nelle nostre immediate vicinanze.

I Cani non possono viaggiare se affetti da una malattia trasmissibile all’uomo e/o se i proprietari non hanno con loro il certificato di iscrizione all’anagrafe canina e il libretto sanitario. Nel caso in cui il cane dovesse dare fastidio anche qui verremmo spostati di posto o accompagnati alla prima stazione.

In questo articolo abbiamo voluto fare un riepilogo delle norme minime per viaggiare in treno. Prima di partire informatevi a quale condizione è possibile portare fido con voi nel treno e nella classe da voi scelta.

Annunci

Il Cane in Macchina

Si può portare il cane in macchina? E a quali condizioni? Molti di voi si saranno chiesti se i molti ‘aggeggi’ per assicurare il cane in auto siano legali o meno. Cosa dice la legge al riguardo?

La Norma in questione è quella dell art. 169 comma 6 del codice della strada che ci spiega come portare fido:

E’ vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.

Analizziamo la norma nello specifico; la parte che regola il trasporto di un solo cane; fufi non dovtà poter dar fastidio al conducende. Ad esempio lasciare il cane libero in macchina di qualsiasi mole o se piccolo farlo sdraiare sotto i piedi del guidatore.

Quando salgono due cani o più lo fanno dal bagaiaio che deve essere separato dal vano passeggeri tramite una rete o sbarre o qualsiasi altra cosa che ne limiti i movimenti in auto.  La rete può essere permanente o meno; se lo è deve essere omologata.

Come potete leggere la norma non impone sempre degli specifici accessori; lo fa solo nel caso di due o più cani che devono stare nel bagagliaio, basta che stia tranquillo e che non dia fastidio al guidatore.

Chi non rispetta questa norma mette a rischio se stesso, i passeggeri e il proprio cane e tutti coloro che circolano per le strade.Se portate il cane in macchina senza queste premure rischiate una multa.  Le sanzioni vanno da euro 84 a euro 335.

Continua a leggere